Pyramiden,la città fantasma delle Svalbard.

Pyramiden,la città fantasma delle Svalbard.

Giugno 6, 2019 0 Di Federica Passeri

Durante il nostro viaggio alle Svalbard abbiamo fatto un’escursione a Pyramiden, un’insediamento minerario russo oramai abbandonato dal 1998 e per questo definito città fantasma.

Polar Charter
Polar Charter
Polar Charter
Avvistamenti

Abbiamo fatto l’escursione con la Polar Charter e arrivando via mare abbiamo prima potuto fare un giro vicino al Nordenskiöldglacier, il ghiacciaio che si incontra sulla via per Pyramiden. Uno spettacolo meraviglioso vi si presenterà ai vostri occhi in un luogo che sembra magico.

Polar Charter
Ghiacciaio

Durante il tragitto ci hanno raccontato un pò la storia di Pyramiden e qualcosa soprattutto sulla fauna artica che si pu incontrare durante il percorso. Eravamo accompagnati da due guide armate poichè a Pyramiden è vietato girare senza fucile. La guida ci ha raccontato che qualche mese prima di noi un orso è riuscito ad arrivare sin dentro l’unico albergo presente nell’insediamento ma che per fortuna contava solo due persone all’interno.

Pyramiden
Le nostre guide

Durante la giornata compreso nel prezzo ci viene servito anche un ottimo pranzo e nel pomeriggio anche una cioccolata calda.

Oggi a Pyramiden vivono circa 20 persone che vivono e lavorano li mentre il resto della gente può raggiungerla solo attraverso le escursioni.

La storia di Pyramiden

Questo insediamento ha visto il suo massimo splendore tra gli anni ’60 e gli anni ’80 dove in città vivevano circa2500 persone. In città fu costruito tutto ciò che poteva permettere agli abitanti di vivere in modo ottimale con scuole, teatro, il cinema, l’ospedale, una piscina, una biblioteca e una mensa dove tutta la popolazione si riuniva per mangiare insieme.

Per tanti anni quindi il clima era gioioso e sereno e si viveva bene. Ma a partie dal 1991 con il crollo dell’Unione Sovietica iniziarono a diminuire i finanziamenti provenienti da Mosca. A questo si aggiunse l’incidente aereo del volo charter Vnukovo Airlines 2801 proveniente proprio da Mosca nell’Agosto del 1996 dove morirono 130 abitanti di Pyramiden e Barentsburg dopo uno schianto sulla montagna nei pressi di Longyearbyen.

Nel 1998 l’insediamento fu chiuso definitivamente e agli abitanti fu dato poco tempo per poter lasciare tutto e trasferirsi altrove. Alcuni decisero di restare nelle Svalbard, altri invece desisero di tornare in Russia e Ucraina.

A Pyramiden tutto è ancora intatto cosi come è stato lasciato anche se ci sono stati atti vandalici. Girando per le sue strade si ha l’impessione che la gente sia scoprarsa da un momento all’altro lasciando dietro di se tutto quello che aveva.

Durante una trasmissione su History Channel hanno detto che, a causa del basso tasso di decadimento in un clima gelido, gli edifici principali della città sarebbero ancora integri dopo 500 anni anche senza l’uomo. Molto probabilmente potrebbe essere l’ultima città a deteriorarsi sulla terra.

Cosa vedere a Pyramiden

Appena arrivati vi aspettera’ un bus che vi porterà alla base della famosa struttura con la scritta Pyramiden dove, dopo le foto di rito, la guida vi spiegherà come comportarvi.

Pyramiden
Pyramiden

Il tour poi prosegue tra le varie strutture della cittadina. C’erano strutture per le famiglie con bambini e poi strutture separate per donne e uomini single.

SI prosegue visitando la stalla dove allevavano gli animali utili alla produzione di latte, carne e uova.

Si passa poi vicino l’ospedale e si raggiunge il Palazzo della cultura dove le guide ci hanno lasciati liberi di poter visitare all’interno qualche stanza come la palestra e il teatro.

Pyramiden
Pyramiden

Nella piazzetta li vicino vi è la statua di Lenin più al nord del mondo e poco più sotto vi è la statua con l’orso polare, forse la più fotografata di tutta Pyramiden dove vi è scritto che la cittadina si trova all’79°.

Pyramiden
Pyramiden
Pyramiden
Pyramiden

Tornando indietro si può visitare la scuola con la sua mensa.

Pyramiden
Pyramiden

Prima di ultimare il giro ci si ferma all’hotel Tulip dove all’interno vi è un piccolo bar e un negio di souvenirs. Qui abbiamo mangiato un ottimo dolcetto russo ebevuto u bicchierino di vodka oltre a comprare un francobollo che esiste solamente qui. A Pyramiden si può pagare solamente in contanti quindi munitevi di corone norvegesi prima della partenza.

Pyramiden
Pyramiden
Hotel Tulip
Hotel Tulip

In questo hotel è possibile pernottare solamente nel peiodo che va da Marzo/Aprile ad Ottobre.

Dopo circa due ore passate a pyramiden si riprende la nave per tornare verso Longyearbyen. Durante il tragitto di ritorno ci siamo fermati ad ammirare colonie di uccelli artici ma soprattutto vicino la Svenskhuset la casa più antica dell’isola di Spitsbergen, famosa per un evento tragico dove persero la vita 17 uomini norvegesi. La causa della morte venne per lungo tempo ritenuta lo scoppio di un’epidemia di scorbuto,[1] ma ricerche condotte nel 2008 hanno rivelato un avvelenamento da piombo.

A metà pomeriggio siamo rientrati a Longyerbean arricchiti sicuramente dopo una visita fuori dal comune!!

Vi lasciamo qui altri articoli relativi alle Svalbad :

Share